Ragazzi giovani e donne mature: un connubio possibile?

In America le chiamano cougar, donne pantera: sono donne mature interessate a uomini più giovani di loro, un fenomeno in rapida diffusione anche qui in Italia. Come per molte altre cose, tutto è iniziato dalle star di Hollywood: da Madonna a Demi Moore, fino ad arrivare a Paris Hilton, la cosa ha finito per colpire anche i VIP nostrani, con coppie come quella nata qualche tempo fa fra Valeria Golino e Riccardo Scamarcio, con la bellezza di tredici anni di differenza. Il fenomeno, però, sembra essere andato ben oltre i palcoscenici: secondo una ricerca condotta da Cercocougar.com, circa sette donne su dieci, vale a dire poco più del 50%, desidera un partner più giovane con una serie di motivazioni fra le più disparate, che vanno dall’intraprendenza alla galanteria.

Donne mature e ragazzi giovani: ancora forti i pregiudizi

Sebbene la diffusione di questo inatteso fenomeno sia sempre più consolidata, il pregiudizio nel vedere coppie con questa forte differenza di età è ancora forte, soprattutto quando a essere più grande è la donna. Se, infatti, è considerata socialmente più accettabile una donna giovane che frequenta un uomo più grande di lei, non c’è un trattamento analogo quando le parti si invertono, una cosa che potrebbe finire per minare la stabilità del rapporto. In generale, le opinioni di amici e parenti che non vedono la relazione di buon occhio possono finire per intaccare l’entusiasmo iniziale.

Sono tendenzialmente persone più insicure a cercare questo tipo di appoggio e conferma della validità delle proprie scelte in chi hanno vicino, e, se incontrano un muro di pregiudizi dall’altra parte, potrebbero rischiare di ribaltare il tavolo senza che vi sia una reale ragione. Questo perché, stando al parere degli esperti e a discapito di ciò che si potrebbe essere portati a pensare, la differenza d’età di per sé non crea nessun problema specifico che non sia possibile riscontrare in una relazione duratura fra due coetanei. L’unico gradino da scavalcare è quello dell’esperienza: è infatti evidente come una donna matura abbia vissuto situazioni più disparate di un ragazzo di vent’anni, da un possibile matrimonio al mandare avanti una vita professionale fino ad arrivare all’aver cresciouto dei figli.

Non si tratta però di scogli insuperabili, quindi niente che possa rendere la relazione impossibile. La più forte necessità, comune a qualsiasi relazione, è quella che a prescindere dall’età, il rapporto non nasca mai da un bisogno, ma lo faccia piuttosto assecondando un desiderio. Sentirsi di nuovo giovani o far morire d’invidia gli amici non possono essere solide basi per una relazione duratura e possono condurre solo a rapporti occasionali, dato che quei bisogni prima o poi spariranno. Se invece il rapporto è fondato su un semplice desiderio della relazione, allora ha tutte le carte in regola per essere duraturo, a prescindere dalla differenza d’età.

Uomini giovani e donne mature: i casi noti

Come spiegato in apertura dell’articolo, la questione di donne mature che frequentano uomini più giovani, le cosiddette cougar, ha iniziato a emergere prima di tutto nel mondo dello spettacolo e, in generale, fra alcuni personaggi noti. Sono stati chiacchierati proprio per questa loro scelta e la discussione è andata avanti abbastanza a lungo da farci percepire questo come un problema anche se, come abbiamo visto, non lo è. Vediamo insieme due dei casi più noti, in modo da avere un’idea un po’ più chiara di cosa s’intende quando si parla di questo argomento.

Hugh Jackman e Debora Lee-Furness
“Essere sposato con te Deb è naturale come respirare…” comincia così la dedica su Instagram di Hugh, cdiventato noto, fra le altre cose, per il suo ruolo in Wolverine. L’11 aprile del 2021 la coppia ha compiuto 25 anni, dimostrando come la differenza di età non debba per forza essere un problema all’interno di una relazione. All’epoca del matrimonio lui aveva solo 27 anni, mentre Debora era già quarantenne.

Emmanuel e Brigitte Macron
Senza dubbio una delle coppie più chiacchierata degli ultimi anni, proprio a causa dell’età, e senza dubbio quella che ha suscitato maggior scalpore all’interno del panorama politico. Quando La maestra di liceo Brigitte ed il suo allievo Emmanuel Macron iniziarono la loro storia d’amore, lui aveva solo 16 anni, e come tanti ragazzi prima di lui si innamorò della professoressa. Il resto, come si dice, è storia. Oggi i due sono sposati e Macron, con accanto la sua first lady, guida uno dei paesi più importanti del panorama europeo.

Ovviamente, di esempi da riportare ce ne sarebbero a decine, ma il punto è ricordare che l’età, alla fine, non è detto che abbia troppa importanza. Lo dicono anche gli psicologi d’altronde: è l’affinità di coppia, insieme alle ragioni che danno inizio alla relazione a determinarne il destino.

Nel mirino della discriminazione

Essendo questo tipo di relazioni in forte aumento, va da sé che si viene a creare, in risposta, un crescente interesse verso un certo tipo di donna che non risponde più a un canone di bellezza canonico, quello legato alla giovinezza e ad una percezione della bellezza che sembra quasi artificiale o irraggiungibile. Di questo aspetto si è molto parlato grazie a Kim Basinger, la nota attrice ed ex modella apparsa di recente nella galleria delle icone del nostro tempo curata da Miu Miu. Nelle immagini, si vede come sia il carattere della donna, il suo portamento e, in generale, il modo di essere a incoronarla come una diva, senza bisogno che sia il suo aspetto a parlare per lei, in una tendenza che inizia ormai a diventare stantia davanti a un mondo che produce di continuo esigenze diverse.

Più in generale, la questione riguardante il mondo dello spettacolo e della moda, è stata battezzata come ageismo, una declinazione derivante dal termine anglosassone, e riguarda la discriminazione dovuta al fattore età. E un tema che, nei salotti buoni di Hollywood, viene discusso da parecchio, proprio a causa dell’accendersi di rapporti fra uomini più giovani e donne più mature. Queste realtà, hanno portato all’attenzione dei più giovani il fascino della donna matura, finendo per far mettere da parte tutti quelli che, un tempo, potevano essere visti come difetti. Ad oggi, la nascita del progetto The writers lab (curato fra le altre da Meryl Streep e Nicole Kidman) è un primo progetto che mira al riscatto di quest’ampia fascia di donne attraverso un laboratorio di sceneggiatura per over 40 con una missione esplicita: coltivare le voci inascoltate di donne mature.

C’è anche una frontiera italiana di questo movimento: si chiama Cocooners ed è un progetto lanciato a dicembre 2020, incubato dal Politecnico di Torino e realizzato da un piccolo gruppo di fondatori, con esperienze molto eterogenee nell’ambito d’impresa. Resta sempre il fatto che, in Italia, tutto il mondo sembra essere ancora all’inseguimento dei millenials, ma forse prima o poi qualcuno si accorgerà che i millenials stanno ancora inseguendo qualcuno di un po’ più grande.

I 3 migliori siti per trovare donne mature

Cercougar.com

Clicca qui per entrare

Lequarantenni.it

Clicca qui per entrare

Matureitaliane.net

Clicca qui per entrare